gototopgototop

 

Il Gruppo Negli Anni

 

 

 Il Gruppo Il Sentiero dal 2009 sostituisce la sottosezione CAI-Edison dopo la chiusura del Dopolavoro nel quale era inserita, la sua storia ripercorre quindi quella della grande azienda (1975: 150.000 dipendenti) che nasce dalla fusione di Montecatini ed Edison (1966: la Società prende il nome di Montecatini Edison; diventa Montedison nel 1969; dopo note vicende nel 2002 il nome ridiventa Edison).

 

1947 agosto rifugio GaribaldiXNell'immediato dopoguerra un gruppo di appassionati di montagna crea la sottosezione CAI Montecatini (1947), capitanata dal rag. Amerigo Zedda che organizza la prima uscita al pizzo dei Tre Signori, cui segue l'ascensione all'Adamello con Eugenio Pagan come capogruppo.

 

1954 giugno 27   Punta SertoriXErano tempi difficili, ma non per questo si rinunciava a salutari ed impegnative escursioni partendo immancabilmente dal fondovalle, per carenza di strade e di mezzi di trasporto.

 

A Zedda successero Baccalini e Cipriani (Cip per gli amici).

Sul fronte Edison ... Giuseppe Spinola guidava un parallelo plotone di appassionati.

 

1947 Ferragosto - AdamelloXDopo la fusione delle Società, le attività alpinistiche continuarono in parallelo fino al 1968, quando i due tronconi si unirono definitivamente sotto la guida di Spinola: ebbe grande successo la prima escursione comune ai Pizzi di Parlasco sopra Esino Lario (1968).

Le attività comprendevano l'alpinismo (furono coinvolti alpinisti emergenti come: � Di questo periodo, nel 1969 e 1970, i primi Corsi di Alpinismo), l'escursionismo, lo sci di discesa (indimenticabili soggiorni a � ) e di fondo.

 

La sottosezione CAI fu rifondata nel 1977 (?) e sotto la direzione di Giovanni Nicoli ripresero i Corsi di Alpinismo (1978 - 1986).

 

03_DSC2503nA capo della Sottosezione dopo Spinola, si alternarono Elio Casiraghi, Nicola Weiss e Gianangelo Bargigia (tuttora in carica) che, indipendentemente dalla posizione occupata in seno al Gruppo,  hanno sempre collaborato tra di loro.

 

Resta un neo il disaccordo fra il conduttore del settore sci di fondo con il Direttivo, sfociato nella sua fuoriuscita (19??) dalla sottosezione  Montedison e nella costituzione di una sottosezione CAI separata.

 

1951 sulla cima TosaXL'attività continua ininterrotta fino al termine del 2008, allorché il Dopolavoro Edison chiude senza preavviso. Il CAI - Milano non ha voluto si disperdessero il nostro lavoro e la nostra cultura avallando la creazione del gruppo Il Sentiero che quindi continua la sua attività.

 

Badile dalla GianettiXL'indirizzo che la sottosezione prende nel corso degli anni è quello di non trascurare l'attività sportiva (siamo di casa in val d'Aosta, in Trentino - Alto Adige, in Engadina) ma nel contempo di considerare gli altri aspetti connessi all'ambiente e al gruppo che si presentano nel corso delle nostre escursioni; si inseriscono nel programma mete che conducono ad un monumento (Forte di Fenestrelle, in val 1964 sett 20  Pizzo BadileXChisone; Sacra di S. Michele, in val di Susa; Santuario della Madonna della Corona, in val d'Adige; S. Fedelino, nell'Alto Lario), ad un eremo (S. Valentino, lago di Garda; S. Ponzo, Appennino pavese); si riserva del tempo per la visita a fine giornata di un  complesso monumentale (forte di Bard, castello di Fenis in val d'Aosta). Neanche dimentichiamo momenti di convivialità: sovente prima del rientro a Milano ci soffermiamo per un rinfresco ristoratore; una volta all'anno consumiamo in ristorante la merenda c'noira, secondo la tradizione dei contadini piemontesi.

 

A cura di Gianangelo BARGIGIA